Enerpaper nasce come isolante da insufflaggio per intercapedini murarie, tetti e sottotetti.
Si contraddistingue per le sue caratteristiche innovative.
Il materiale isolante di Enerpaper, composto da cellulosa stabilizzata, viene prodotto seguendo un processo di lavorazione unico al mondo protetto da brevetto internazionale.

COME SI IMPIEGA IL CARTONE RICICLATO?

La produzione delle bobine isolanti (unico al mondo), avviene secondo un processo articolato in 3 fasi principali:

1

Nelle cartiere il cartone viene lavorato e sottoposto a uno specifico trattamento: antifiamma, antimuffa, antispolvero.
In questa fase il processo consente di ridurre del 50% l’utilizzo degli additivi chimici rispetto alle aziende concorrenti.

2

Sul nastro di carta, sempre durante la produzione, viene applicato un trattamento superficiale che consente di controllare in maniera precisa lo spessore e la densità dei fiocchi finali.

3

La materia prima, trasformata in bobine arriva in Enerpaper.
Con appositi macchinari verrà trasformata in ovatta di cellulosa e insufflata nelle intercapedini murarie, tetti e sottotetti.

La natura sciolta dei fiocchi di cellulosa Enerpaper consente la posa di questo isolante in edifici di nuova costruzione e può essere impiegato per migliorare l’isolamento termico di murature e coperture di edifici esistenti.

LA MACCHINA PER INSUFFLAGGIO ENERPAPER